Roccocò alla molisana

Tra le tante prelibatezze delle festività natalizie non possono mancare i Roccocò, dei gustosi biscotti tipici della tradizione napoletana. Naturalmente anche il Molise ha una sua variante di questi biscotti particolarmente duri e che possono esser ammorbiditi bagnandoli nel vermouth, nello spumante, nel vino bianco o nel marsala. Di seguito la ricetta dei Roccocò alla molisana.

Ingredienti:

  • 500 gr di farina 00 (più quella necessaria per la spianatoia);
  • 200 gr di acqua;
  • 450 gr di zucchero;
  • 450 gr di mandorle senza buccia;
  • 100 gr di cedro candito;
  • 1 bustina di vanillina;
  • 1 presa di sale;
  • 5 gr di ammoniaca per dolci;
  • 20 gr di un trito di chiodi di garofano, noce moscata e vaniglia
  • buccia di 2 arance non trattate;
  • 1 tuorlo d’uovo;
  • 1 manciata di mandorle abbondante.

Procedimento:

Tostate le mandorle in forno e tritatele grossolanamente. Versate la farina sulla spianatoia, aggiungete zucchero e mandorle ed amalgamate bene il tutto, successivamente create una fontana e versatevi la buccia d’aracia sfilettata ed il cedro candito tagliato a mo’ di dadi piccolissimi. Aggiungete il sale e la vanillina ed una spolverata di cannella e del pisto. Incorporate tutti gli altri ingredienti alla farina, aggiungendo pian piano l’acqua, quindi lavorate a lungo il composto fino a renderlo elastico ed omogeneo. Fate un panetto, avvolgetelo in un canovaccio pulito e lasciate riposare per un giorno. Dopo 24 ore realizzate delle ciambelline (o se preferite delle palline nel cui centro inserirete una mandorla) e spennellatele la parte superiore con i tuorli d’uovo, spolverizzate con qualche cucchiaiata di zucchero. Infine disponeteli ben distanziati su una placca da forno foderata con della carta forno. Infornare a 180 gradi per 15 minuti (se preferite i roccocò morbidi) 20 minuti (se li preferite duri).

Foto by delizieepasticci.blogspot.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.